Progetti

PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL BORGO DI ELCITO

LUOGO:
San Severino Marche (MC)
COMMITTENTE:
Comune di San Severino Marche (MC), Unione Montana Alte Valli del Potenza e dell’Esino
TIPOLOGIA:
Pianificazione - Piano Particolareggiato
ANNO:
2016 – 2022
STATO:
In fase di Adozione
TEAM:
Cristiana Antonini, Chiara Tamagnini, Sara Perfetti con Francesca Cruciani, Ilde Cipolletti, Luca Sabbatini

Il Piano Particolareggiato riguarda il Borgo di Elcito, ubicato a Nord-Ovest del territorio del Comune di San Severino Marche, all’interno dell’Area della Riserva Naturale di Monte San Vicino ed Elcito.

Esso, luogo suggestivo e pieno di storia, conserva ancora le caratteristiche del Castello arroccato e le tipologie architettoniche medioevali ove emergono il Castello, La Chiesa di San Rocco e le Mura Castellane, tutti elementi sottoposti a Tutela ai sensi del D.lgs 42/2004.

L’approccio alla progettazione è stato quello conservativo, volto a preservare le caratteristiche storiche-architettoniche e tipologiche del Borgo; la volontà del Piano è infatti quella di mantenere le volumetrie esistenti e di recuperare il patrimonio gravemente danneggiato, in primis dal sisma del 2016 e poi dall’incuria e dall’abbandono degli ultimi decenni.

Vengono infatti proposte puntali modalità attuative per il corretto recupero dei manufatti sia pubblici che privati, che spaziano da una attenta analisi dei tessuti murari presenti, alla forma, dimensione e tipologia dell’infisso, all’approccio alle reti dei sottoservizi e non in ultimo all’inserimento di elementi di arredo urbano.

Visto poi il grande flusso turistico che ha interessato il luogo negli ultimi anni si rende necessario, nella piena conservazione del luogo, la dotazione di standard quali parcheggi pubblici e verde attrezzato, forse in quantità maggiore rispetto a quelli previsti per legge.

Sono state progettate, pertanto, 4 aree a parcheggio di cui due di nuova previsione nell’area bassa del Borgo, lungo la via d’accesso, e due , per mezzi leggeri, interne al centro; lo stesso è valso per il verde pubblico attrezzato, circoscrivendolo quanto possibile fuori dalle emergenze storiche e dal perimetro delle mura castellane.