Il progetto prevede la ristrutturazione con ampliamento di un piccolo casale situato sulle colline marchigiane.

La casa colonica preesistente al momento dell’analisi del progetto presentava con chiarezza due anime ben distinte: da una parte il nucleo originario che con le sue peculiarità meritava certamente il recupero, dall’altra le superfetazioni che ad esso erano state agganciate nel corso del tempo e che invece andavano certamente demolite per esaltare il carattere originario della costruzione.

Il progetto perciò come logica conseguenza prevede la demolizione delle aggiunte, e la loro sostituzione con una addizione contemporanea al fabbricato originale. Il nuovo organismo è organizzato in modo da svelare in maniera progressiva e dinamica la sua nuova conformazione. Approcciando l’edificio dalla strada principale di accesso, il visitatore trova il nucleo originario, che espone il proprio fronte principale alla parte pubblica del lotto. Procedendo verso l’interno della proprietà invece, si scorge l’addizione progettuale, situata alle spalle del nucleo originario, con forma e volume che in sostanza lo raddoppiano specchiandolo.

La nuova composizione così, osservandola sul lato corto, rivela due anime diverse nel trattamento materico e nel dettaglio costruttivo che però, contribuiscono in maniera armonica alla formazione di un nuovo organismo. Ai due volumi principali si agganciano strutture funzionali e di servizio (la cucina in pietra sul lato nord, il porticato esterno sul lato ovest).

Funzionalmente le due parti del fabbricato sono collegate da un corpo scala totalmente vetrato che nel gioco delle masse piene ai suoi lati, quasi scompare. Funzionalmente i due nuclei ospitano al piano terra la zona giorno e al piano primo le camere da letto.

Il progetto si completa con una piccola dependance che recupera un piccolo fabbricato a destinazione agricola poco distante, e con una piscina localizzata nel punto più interno e privato del lotto.



Location: Pollenza, MC
Team di progetto: Claudio Tombolini, Cristiana Antonini
Completamento: 2014 (progetto)