Il progetto riguarda la realizzazione di un blocco servizi a supporto della parte bassa del Parco Archeologico di Urbs Salvia, nel comune di Urbisaglia.

Si tratta di un piccolo edificio di forma regolare, che prevede due parti distinte; quella interna, evidenziata dal rivestimento in lamiera in cortèn, ospita i servizi igienici destinati ai visitatori del parco; quella esterna, leggermente ribassata e rivestita in lamiera forata ospita invece un piccolo deposito per bike sharing, oltre all’attrezzatura destinata alla riparazione veloce dei mezzi di quanti percorrerrano l’itinerario cicloturistico di cui il Parco Archeologico fa parte.

Il progetto vive sull’evidente contrasto tra i diversi livelli di lettura e di osservazione che si propongono al visitatore: la contemporaneità della nuova architettura rispetto all’anfiteatro e ai resti romani sullo sfondo, ma anche la matericità molto forte dei rivestimenti paragonata alla monumentalità delle murature, o ancora infine le forme fortemente lineari e razionali contrapposte alla rotondità delle forme delle preesistenze archeologiche.

Il progetto è attualmente completato per la sola parte dei servizi igienici interni; la sistemazione esterna è ancora da completarsi. L’edificio infatti fa da cerniera a un sistema più ampio e in corso di realizzazione, che prevede la realizzazione di un nuovo parcheggio integrato nel sistema a verde del parco, e delle opere di pavimentazione esterna che lo collegano ai percorsi turistici già esistenti nell’area.



Location: Parco Archeologico di Urbs Salvia
Team di progetto: Claudio Tombolini, Cristiana Antonini, Gianluca Renzi, Nazareno Sagretti
Completamento: 2015 – in fase di completamento